venerdì 29 agosto 2014

Siena e la Bulgaria dialogano grazie all'Accademia Chigiana

Nel 2019 saranno Capitali Europee della Cultura una città italiana e una bulgara

SIENA. Le attività dell'Accademia Musicale Chigiana si incrociano con quelle della Candidatura di Siena a Capitale Europea della Cultura 2019. Da anni l'Accademia organizza tra i suoi corsi di alta specializzazione quello di direzione d'orchestra, tenuto dal maestro Gianluigi Gelmetti, e da due anni è infatti attiva la collaborazione con l'Orchestra della Fondazione Bulgaria Classic, nata per volontà del maestro Mavrielo Kolev, suo fondatore e presidente. Un rapporto rinnovato con il concerto di fine corso tenuto ieri sera al Teatro dei Rozzi.
“Considerato il fatto che nel 2019 saranno Capitali Europee della Cultura una città italiana e una bulgara - commenta il direttore di candidatura Pier Lugi Sacco - i corsi della Chigiana hanno di fatto anticipato da tempo questo binomio culturale. Da parte loro, il Maestro Gelmetti e il Maestro Kolev sono pertanto consapevoli che questa collaborazione tra Siena e la prestigiosa orchestra bulgara ha in parte già costruito un percorso che a Siena riconosce, attraverso il lavoro dell'Accademia Chigiana, la capacità di dialogare con l'Europa e non solo in merito ad alcuni degli aspetti più significativi della cultura di questa città, come la musica”.
A tal proposito il maestro Gianluigi Gelmetti ha affermato: "Siena è Europa e un concerto come quello di ieri sera lo dimostra. Lo è nella sua storia, nella sua cultura, nella sua civiltà. Lo è oggi e lo sarà sempre di più nel futuro, basta crederci e volerlo fortemente". Da parte sua il maestro Mavrielo Kolev ha sottolineato che "La candidatura di Siena è una molto seria e forte e ha grandi chances di vincere questa competizione anche grazie alla presenza dell'Accademia Musicale Chigiana che è un'eccellenza e ha antichi e duraturi rapporti con la Bulgaria”.


fonte: http://www.ilcittadinoonline.it/news/175379/Siena_e_la_Bulgaria_dialogano_grazie_all_Accademia_Chigiana.html

Energia, in Bulgaria un Consiglio per maggiore trasparenza

(ANSA) - TRIESTE - Nel contesto delle riforme nel settore energetico, il Governo bulgaro ha deciso di introdurre un nuovo Consiglio per l'energia. Lo riferisce l'agenzia bulgara, Bta. Lo scopo del Consiglio è di aumentare la trasparenza e l'efficienza nel mercato dell'energia nazionale.

"Il Consiglio per l'energia deve lanciare un'analisi urgente delle cause dello stato attuale del settore, suggerire principi e linee guida per lo sviluppo sostenibile, e identificare misure per superare gli squilibri del sistema", ha spiegato il vice-Primo Ministro, responsabile per la politica economica e sviluppo regionale, Ekaterina Zaharieva, in una conferenza stampa.

I dati disponibili sul sito del Ministero dell'energia bulgaro mostrano che il debito dell'Azienda nazionale per l'energia elettrica, Nek, è cresciuto tra fine gennaio e fine luglio da 885,8 millioni di leva (circa 453 milioni di euro) a 1,1 miliardi di leva (577 milioni di euro). In una lettera inviata al Ministero bulgaro dell'energia lo scorso aprile, il Commissario Europeo per l'energia, Gunther Oettinger, aveva scritto che il regolatore bulgaro non operava in modo imparziale, sottolineando che era necessaria una riforma del sistema attuale, accompagnato da prezzi di consumo artificialmente bassi, per evitare un ulteriore aumento di debito. (ANSA).


fonte: http://www.ansa.it/nuova_europa/it/notizie/rubriche/altrenews/2014/08/28/energia-in-bulgaria-un-consiglio-per-maggiore-trasparenza_fd1cdf6d-0a14-4fd8-8d29-d12e7738a6a1.html

Bulgaria, Galabinov convocato per l'Azerbaigian

Il ct della Bulgaria Penev ha annunciato la lista dei giocatori che militano all'estero convocati per la sfida contro l'Azerbaigian del 9 settembre e valida per il Girone H che comprende anche l'Italia. Fra i convocati c'è anche il livornese Andrej Galabinov. Questa la lista dei 12 convocati: Nikolay Bodurov (Fulham), Pietro Zanev (Amkar), Stanislav Manolev (Dynamo Mosca), Simeone Slavchev (Sporting), Georgi Milanov (CSKA Mosca), Georgi Iliev (Shijiazhuang), Ivelina Popov (Kuban), Emil Argorov (Shijiazhuang), Andrej Galabinov (Livorno), Ilian Mitsanski (Karlsruhe), Ivan Ivanov (Basilea), Todor Nedelev (Mainz).

fonte: http://www.tuttomercatoweb.com/altre-notizie/bulgaria-galabinov-convocato-per-l-azerbaigian-587908

Stampa bulgara in estasi: "Moti nuovo eroe di Bulgaria"

Dopo la storica qualificazione del Ludogorets Razgrad alla fase a gironi di Champions League, prima volta nella storia del club, i giornali bulgari eleggono eroe il difensore Cosmin Moti autore delle due parate decisive nella lotteria dei rigori che hanno permesso al suo club di battere la Steaua Bucarest. "Stupendo successo del Ludogorets. Moti è il nuovo erore della Bulgaria"

fonte: http://www.tuttomercatoweb.com/altre-notizie/stampa-bulgara-in-estasi-moti-nuovo-eroe-di-bulgaria-587808

martedì 26 agosto 2014

Bulgaria e Turchia discutono la costruzione di un gasdotto comune

La scorsa settimana delegazioni di analisti dei ministeri dell'Energia di Turchia e Bulgaria hanno avuto a Sofia un incontro per un progetto comune: la costruzione di un gasdotto.
Secondo il vice ministro dell'Economia e dell'Energia della Bulgaria Anton Pavlov, "i colloqui con la parte turca possono considerarsi uno dei passi più importanti intrapresi da Sofia verso la diversificazione delle fonti di approvvigionamento di gas."
In un comunicato del ministero dell'Energia della Bulgaria sui risultati dell'incontro, si afferma che i negoziati riguardavano i parametri tecnici del gasdotto che collegherà i 2 Paesi e le modalità di finanziamento per la costruzione dell'infrastruttura.

fonte: http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_25/Bulgaria-e-Turchia-discutono-la-costruzione-di-un-gasdotto-comune-8581/

venerdì 22 agosto 2014

Scoperta un’antica chiesa paleocristiana in Bulgaria

Trovata durante alcuni scavi nell’area archeologica della città di Bourgas una chiesa paleocristiana del V secolo d.c


E’ stata riportata alla luce nel corso degli scavi condotti nell’area Kraimorie della città bulgara di Bourgas, sulla costa del Mar Nero, un’antica chiesa paleocristiana che, secondo gli archeologi, risalirebbe al V secolo d.c.. Un ritrovamento molto importante per il Paese, su un sito archeologico che vede da tempo impegnato un team di archeologi bulgari: si tratta di un imponente edificio religioso, della lunghezza di quasi 20 metri e largo 15, al cui interno venivano conservate le reliquie, in un’apposita area; è stata trovata anche la vasca destinata a contenere l’acqua santa.
L’importanza del ritrovamento della chiesa paleocristiana è legata a una storica conferma riguardante Bourgas: sarebbe stto il primo centro cristiano di tutta la Bulgaria. Intorno alla chiesa sono stati rinvenuti anche altri importanti reperti: su tutti una cinta muraria piuttosto massiccia e i resti di alcune teorri e di una villa romana. Sempre nella stessa zona venne trovato, lo scorso anno, un timbro con l’immagine di Maria, usato per apporre un sigillo alla corrispondenza inviata al Patriarca di Costantinopoli.

fonte: http://www.centrometeoitaliano.it/scoperta-antica-chiesa-paleocristiana-bulgaria-21-08-2014-18573/?refresh_cens

giovedì 21 agosto 2014

Tifoso bulgaro corona il suo sogno

SOFIA - Quindici anni di lotte, ed alla fine il buon Zdravkov potrà dimostrare per sempre il suo amore alla squadra del cuore. Un 50enne tifoso bulgaro, Zdravkov Levidzhov, è finalmente riuscito a cambiare il proprio nome in Zdravkov Manchester United Levidzhov.

continua a leggere qui

I monumenti sovietici ridipinti in Bulgaria

L’ambasciata della Russia in Bulgaria ha inviato al ministero degli Esteri bulgaro una lettera chiedendo di intervenire prontamente contro gli atti di vandalismo ai monumenti sovietici del paese. Nella notte di lunedì 18 agosto, a Lozenets, quartiere residenziale di Sofia, un monumento dedicato all’armata sovietica è stato macchiato con della vernice rossa. L’ambasciata russa ha chiesto al governo di identificare e punire i responsabili e di prendere inoltre delle misure per prevenire attacchi simili in futuro.
Quello di lunedì è solo l’ultimo di una serie di episodi simili avvenuti a Sofia: all’inizio di quest’anno, alcuni artisti avevano dipinto lo stesso monumento con i colori della bandiera ucraina, giallo e azzurro, e avevano scritto sul piedistallo “Gloria all’Ucraina!!!”, in ucraino, e altri giochi di parole offensive con il nome del presidente russo Vladimir Putin. Nel 2011 i soldati sovietici di quello stesso monumento erano stati trasformati in supereroi e clown di McDonald’s, mentre l’anno successivo le loro teste erano state coperte con dei passamontagna simili a quelli indossati dai membri del gruppo punk russo delle Pussy Riot.

continua a leggere qui

mercoledì 20 agosto 2014

Bulgaria 2015

La Bulgaria ospita il Campionato Europeo UEFA Under 17 dal 6 al 22 maggio 2015, il primo dal 2002 a coinvolgere 16 squadre. La fase elite in programma in primaverà deciderà le 15 squadre che si uniranno ai padroni di casa nella fase finale. Questa fase conclusiva, in cui le contendenti saranno suddivise in quattro gironi da quattro, fungerà anche da qualificazione per la Coppa del Mondo FIFA Under 17 del 2015 in Cile - sono sei pass riservati alla UEFA e se li aggiudicheranno le quattro semifinaliste nonché le vincenti dei due spareggi tra le squadre sconfitte nei quarti di finale.
Si tratta della prima fase finale a livello giovanile UEFA ospitata dalla Bulgaria, che ha oarganizzato nel 2007 la Coppa delle Regioni UEFA. Per la squadra di casa sarà la prima partecipazione in una finale giovanile UEFA dall'Europeo Under 16 nel 1991.

fonte: http://it.uefa.com/under17/season=2015/finals/

sabato 16 agosto 2014

Il gas bulgaro riverifica il South Stream

Stando ai media bulgari, il vicepremier e il ministro tecnico per lo sviluppo regionale del governo provvisorio della Bulgaria, Ekaterina Zakharieva, ha dichiarato che il progetto South Stream, sospeso l’8 giugno dalla parte bulgara, sarà realizzato se sarà garantita la possibilità di trasporto anche del gas bulgaro scoperto sulla piattaforma continentale del Mar Nero.

Attualmente il giacimento Khan Asparukh della zona bulgara del Mar Nero è curato dal gruppo francese Total, dall’ austriaca ОМV e dalla spagnola Repsol.
Secondo le parole di Zakharieva, in caso di collegamento al gasdotto della risorsa bulgara sarà rispettata anche la principale condizione, posta dall’Ue nell’ambito del Terzo pacchetto energia, secondo la quale anche altre compagnie devono avere accesso al gasdotto. Infatti, una delle trasgressioni rilevate dalla Eurocommissione è la mancata trasparenza e la indeterminatezza della procedura delle gare, in seguito alla quale è stata la Russia ad ottenere quest’anno il diritto di realizzare il tratto bulgaro del gasdotto.
Il ministro Zakharieva ha detto che il risultato delle nuove gare per la determinazione del costruttore del gasdotto nel territorio della Bulgaria sarà accettato solo con il consenso di Bruxelles.


Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/2014_08_15/Il-gas-bulgaro-rivivifichera-il-South-Stream-0674/

mercoledì 13 agosto 2014

PokerStars diventa la prima poker room legale in Bulgaria

Lo scorso venerdì PokerStars è diventata la prima poker room legale in Bulgaria, grazie al lancio ufficiale del nuovo sito PokerStars.bg.
A febbraio la poker room aveva ottenuto la licenza per operare in Bulgaria da parte della Commissione Nazionale per il Gioco. Da quel momento ha lavorato per preparare il lancio del proprio sito su un mercato che, secondo il portavoce di Rational Group Eric Hollreiser, è ricco di promesse.
"Crediamo nelle potenzialità del mercato bulgaro e questo è il motivo per cui la nostra società ha voluto investire le proprie risorse per poter ottenere la licenza locale", ha affermato Hollreiser annunciando il lancio di quello che ora rappresenta l’unico sito di poker legale a disposizione dei giocatori bulgari.
"La regolamentazione non comporta solo più serenità per i giocatori, ma si traduce anche nella possibilità da parte delle autorità nazionali di garantire una maggiore tutela dei consumatori e di beneficiare di nuovi introiti quanto mai necessari."
"PokerStars si impegna a diventare il primo operatore autorizzato su un determinato mercato non appena le licenze per il poker online diventano disponibili", ha continuato Hollreiser. "Siamo orgogliosi di essere il primo sito di poker autorizzato in Bulgaria.”
La Bulgaria, a differenza di altri paesi europei come la Francia e l’Italia, ha deciso di non chiudere il proprio mercato e quindi il lancio di PokerStars.bg consentirà ai giocatori bulgari di giocare legalmente a livello internazionale all'interno della poker room, confrontandosi con giocatori di tutto il mondo.
Dal momento in cui PokerStars.bg sarà disponibile, i giocatori bulgari avranno anche la possibilità di partecipare a tutti i principali eventi online in programma, come ad esempio il prossimo World Championship Of Online Poker, oltre a poter provare immediatamente PokerStars 7, il nuovo software per desktop dedicato al poker e lanciato ufficialmente da PokerStars il 7 agosto.
Il lancio di PokerStars.bg sarà solo il primo di una serie di importanti cambiamenti nell’industria del poker online della Bulgaria. Nei mesi scorsi infatti sia Bet365 che Betfair hanno avviato il processo di richiesta della licenza per poter accedere al mercato bulgaro con le loro piattaforme di gioco.

fonte: http://it.pokernews.com/news/2014/08/pokerstars-diventa-la-prima-poker-room-legale-in-bulgaria-15600.htm

martedì 5 agosto 2014

Denny Mendez, vacanza in Bulgaria

L'ex Miss Italia tra il verde delle montagne incontaminate

Non solo bikini e spiagge da sogno. Alcune celebrità d'estate amano anche la montagna, una di queste, la splendida Denny Mendez, sul suo profilo Facebook ha postato le foto che la ritraggono, bellissima, mentre se ne sta immersa nella natura incontaminata. Circondata dal verde, tra fiori e farfalle, seduta in riva a un ruscello di acqua limpida, oppure mentre posa stando su un ponte di legno tra gli alberi green. La splendida attrice appare in forma e rilassata. Ride felice, contenta di questo soggiorno passato respirando l'aria pulita dei monti.

A un amico di
social che le chiede dove si trova, Denny risponde: "Borovest in Bulgaria", svelando il luogo, questa sorta di Paradiso Terrestre, dove ha deciso di concedersi un po' di relax. Denny è reduce dalle riprese di "Isla Bonita" la soap-opera che la vede protagonista, dove ha recitato in spantolo e in inglese, e che verrà trasmessa in tutto sil Sudamerica. Prima di tuffarsi nel cuore verde della Bulgaria, però, ha festeggiato il compleanno vicino Torino, in un suggestivo castello. Al suo fianco sempre la dolce metà, il produttore Oscar Generale che, molto presto, diventerà suo marito.
scritto da Francesca Romana Domenici il 4/8/2014

Istituto Italiano di Cultura a Sofia

Pokana/ Invito film Rigoletto a Mantova

mercoledì 30 luglio 2014

Gaza, protestano i palestinesi di Bulgaria

Il 29 luglio, nel giorno più sanguinoso dall'inizio dell'intervento militare israeliano nella striscia di Gaza, la comunità palestinese di Bulgaria è scesa in piazza nella capitale Sofia per chiedere la fine dell'operazione "Barriera difensiva".

Sofia, 29 luglio 2014. Alcune centinaia di persone, soprattutto membri della comunità palestinese in Bulgaria, sfilano per le strade della capitale bulgara dietro lo striscione "Fermate il genocidio del popolo palestinese" per chiedere la fine delle operazioni militari israeliane a Gaza.

fonte: http://www.balcanicaucaso.org/Media/Gallerie/Gaza-protestano-i-palestinesi-di-Bulgaria

martedì 29 luglio 2014

Bando internazionale per la piazza di Plovdiv (Bulgaria), in pole gli italiani under 35 di studio Smarck

Sono italiani, giovanissimi, under 35, i componenti dello studio Smarck, finalisti del concorso internazionale per la riqualificazione della piazza centrale della città di Plovdiv, in Bulgaria. Insieme ad altri due team si contendono il premio finale: l'aggiudicazione di un contratto per sviluppare la progettazione dell'immensa «Central Square».
La giuria tecnica li ha premiati con un secondo posto dietro ai portoghesi di Fora - Fagulha, Oliveira, Ruivo Arquitectos. A seguire un gruppo tedesco. Ma la decisione della giuria potrà anche essere ribaltata e ognuno dei tre finalisti ha uguale possibilità di risultare vincitore. È ora aperta, infatti, la seconda fase del concorso che consiste in una discussione pubblica. «L'appuntamento sarà a settembre» ci informa Manuel Romeo di Smarck. Sarà poi il sindaco di Plovdiv ad avere l'ultima parola e a scegliere la squadra vincitrice, ma ad esprimersi saranno anche i cittadini: «Verrà scelto un progetto finale in base ad una votazione pubblica, alla quale parteciperanno anche gli abitanti del luogo», continua Manuel.

Clicca qui per la fotogallery

continua a leggere qui

Crisi politica bulgaria nel vivo, socialisti cambiano leader

La formazione e’ uscita spaccata dal congresso (ASCA) – Roma, 28 lug 2014 – La crisi politica in Bulgaria ha raggiunge in questi giorni la sua fase cruciale. Ieri il Partito socialista bulgaro, che ha sostenuto il governo di Plamen Oresharski, ha nominato un nuovo leader, Mihail Mikov, che portera’ la formazione alle elezioni anticipate del 5 ottobre.
Sergei Stanishev, l’ex numero uno, sara’ nominato – secondo quanto scrive oggi l’agenzia di stampa Novinite – presidente del partito che ha guidato per 13 anni.
Dal congresso di ieri la formazione socialista e’ uscita fortemente divisa. Il partito paga in termini di consenso lo scotto delle politiche d’austerita’ realizzate da Oresharski, un tecnico, che hanno portato i socialisti a perdere sonoramente le elezioni europee di maggio. (segue) (Con fonte Afp) Mos

Questa è una notizia dell’agenzia Asca.
 

giovedì 24 luglio 2014

Bulgaria, si dimette governo socialista, attese elezioni anticipate

Sofia (Bulgaria), 23 lug. (LaPresse/AP) - Il governo del primo ministro bulgaro Plamen Oresharski ha rassegnato le dimissioni al Parlamento in un tentativo di allentare le tensioni politiche nel Paese. Le dimissioni aprono la strada alle elezioni anticipate, che potrebbero tenersi il 5 ottobre. I leader dei partiti si erano già accordati sulla data, che deve essere però annunciata formalmente dal presidente. La coalizione al governo aveva accettato di lasciare dopo che il Partito socialista si era piazzato al secondo posto nelle elezioni europee del 25 maggio scorso. Il debole risultato aveva messo in evidenza la profondità della crisi politica in corso da diversi mesi. La coalizione guidata dai socialisti, che controlla esattamente la metà dei 240 seggi al Parlamento, era andata al governo un anno fa.

fonte: http://www.lapresse.it/mondo/europa/bulgaria-si-dimette-governo-socialista-attese-elezioni-anticipate-1.549842

venerdì 18 luglio 2014

Bulgaria verso nuove elezioni anticipate

Disfunzionalità politica, crisi istituzionale, febbre bancaria e elezioni anticipate. È questa la fotografia della Bulgaria dopo il voto per le europee dello scorso maggio. Nostro approfondimento

Le elezioni per il Parlamento europeo – tenute lo scorso 25 maggio – hanno segnato una svolta nella scena politica in Bulgaria: la sonora sconfitta rimediata dal Partito socialista bulgaro (BSP) ha chiuso ogni speranza dell'esecutivo guidato dalla primavera del 2013 dall'economista Plamen Oresharski di continuare la propria avventura, consegnando il paese ad una fase di transizione delicata e gravida di rischi.
Nel complesso periodo apertosi con la crisi di governo, la Bulgaria si è trovata effettivamente al centro di varie faglie di tensione, che hanno messo alla prova la capacità di tenuta del paese. Improvvisa, è scoppiata la peggiore crisi bancaria degli ultimi anni, dopo quella drammatica che sconvolse la Bulgaria nell'inverno 1996-97. Una crisi scatenata dallo scontro senza esclusione di colpi tra oligarchi in lotta, i cui contorni rimangono ancora da chiarire.
E come se non bastassero crisi politica e incertezze finanziarie, Sofia è rimasta coinvolta nello scontro Russia e Unione europea sulla realizzazione del gasdotto South Stream , che dovrebbe transitare sul territorio bulgaro, e ha visto ancora una volta bloccati i fondi europei – questa volta quelli diretti all'agricoltura - a causa dell'ormai cronica mancanza di trasparenza nella gestione dei finanziamenti.

continua a leggere qui

Bulgaria: identificato kamikaze di Burgas, è libanese

SOFIA - È stata accertata l'identità del terrorista kamikaze che esattamente due anni fa, il 18 luglio 2012, uccise cinque turisti israeliani e l'autista bulgaro del loro pullman in un attentato dinamitardo all'aeroporto di Burgas, località balneare sulla costa bulgara del Mar Nero. Lo hanno annunciato in un comunicato congiunto la Procura e il Servizio per la sicurezza nazionale. Si tratta di Mohamad Hassan el-Husseini, nato in Libano il 27 maggio 1989, di cittadinanza libanese e francese.
I due presunti complici nell'attentato - Meliad Ferah, 32 anni, cittadino australiano, e Hassan el Hajj Hassan, 25 anni, di cittadinanza canadese, sarebbero anche loro di origine libanese e secondo l'inchiesta sarebbero legati a Hezbollah. Tutti e tre sarebbero entrati in Bulgaria con documenti d'identità falsi.
La procura ha reso noto che l'istruttoria sarà prolungata di altri sei mesi, fino ai primi di dicembre.
Gli elementi raccolti finora nel corso dell'istruttoria per l'attentato a Burgas hanno contribuito alla decisione dell'Ue del 22 luglio dell'anno scorso di inserire Hezbollah nella lista nera delle organizzazioni terroristiche.
Venerdì sera all'aeroporto di Burgas, dove è stato eretto un monumento in memoria delle vittime dell'attentato, si svolgerà una cerimonia commemorativa.

fonte: http://www.cdt.ch/mondo/cronaca/111122/bulgaria-identificato-kamikaze-di-burgas-e-libanese.html